Riserva Naturale Regionale Gole di San Venanzio

Italian Dutch English French German Portuguese Spanish

Font Size

Dimensione Carattere

Flora

binäre optionen handeln tipps

http://www.gmhasia.com/?vosk=broker-futures-oil-palm&6a9=bd broker futures oil palm

http://thegobblersknob.com/?savikshyster=como-ganar-dinero-con-opciones-binarias&979=6d como ganar dinero con opciones binarias

come guadagnare soldi online

cual es la mejor pagina de opciones binarias

http://bordermediagroup.com/?sesees=reformas-borbonicas-en-el-sistema-de-comercio reformas borbonicas en el sistema de comercio

http://nutrilovepets.com/my-account/lost-password/?wc-ajax=get_refreshed_fragments kamagra billigt flashback

opçőes binarias é seguro Vegetazione ripariale e rupestre

Una fascia di vegetazione ripariale caratterizza le sponde del fiume Aterno lungo le quali si sviluppano lembi di boschi riparali fatti di salici (Salix sp.) e pioppi (Populus sp.) a volte presenti con esemplari di notevoli dimensioni. A queste specie si aggiungono cenosi igrofile a cannuccia di palude (Phragmites australis). Sono presenti la Fusaggine (Euonymus europaeus), la Sanguinella (Corpus sanguinea), il Sambuco (Sambucus nigra) e la rarissima Erba Cucco (Cucubalus Baccifer). Sono da segnalare, tra le specie rare l’Efedra dei Nebrodi (Ephedra major) e la Daphne sericea.

http://www.monsterhigh123.com/?slesar=%D8%AA%D8%AD%D9%88%D9%8A%D9%84-%D8%A7%D9%84%D9%81%D9%88%D8%B1%D9%83%D8%B3 تحويل الفوركس Vegetazione acquatica

Le Gole di San Venanzio e il bacino del fiume Aterno ospitano piante di grande interesse fitogeografico. La vegetazione acquatica è costituita da cenosi di idrofile natanti e sommerse. Sulle sponde sono presenti comunità di piante semisommerse (elofitiche) costituite in particolar modo da Cannuccia di palude (Phragmites australis) oltre a esemplari di Tifa (Typha latifoglia), Coltellaccio (Sparganium erectum) e Scagliola palustre (Typhoides arundinacea). Non mancano estese colonie di Sedano d’acqua (Apium nodiflorum) spesso associate con piante tanto emergenti dall’acqua quanto totalmente sommerse. Tra le specie sommerse e ancorate sul fondo (rizofitiche) si trovano la Brasca (Potamogeton pectinatus), la Peste d’acqua (Elodea canadensis), il Ranuncolo acquatico (Ranunculus tricophyllus), il Millefoglio d’acqua (Myriophillum spicatum)  e il Muschio (Fontinalis antipiretica). A queste comunità di piante si aggiunge una famiglia di piante galleggianti non ancorate (pleustofitiche) rinvenibili soprattutto in presenza di acque ferme: si tratta di Lemneti ovvero popolamenti di Lenticchia d’acqua (Lemna minor).

http://goldenappleweddings.com/ opzioni binarie telecomandate Orchidee

Nel territorio della riserva le orchidee sono facilmente reperibili nei boschi, nelle radure, nei prati e nei pascoli aridi. E’ stata accertata la presenza di circa 27 specie visibili nel periodo di fioritura compreso dai primi giorni di Marzo fino a Maggio. Negli ambienti boschivi si trovano soprattutto la Cephalanthera damasonium, la Orchis mascula e il Limodorum abortivum volgarmente noto come fiore di stecco. Nelle radure dei boschi e nei prati fioriscono svariate specie di orchidee tutte appartenenti al genere Orchis: si può ammirare l’Orchis italica, l’Orchis morio, l’Orchis purpurea, una delle più grandi ed appariscenti, assieme all’Orchis papilionacea meglio conosciuta come orchidea farfalla. Interessante è la presenza di specie rare ed endemiche presenti nei pascoli e nelle zone di macchia. Si tratta di orchidee caratterizzate da una estrema variabilità di forme e colori che appartengono alla categoria delle Ophris. 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Per avere ulteriori informazioni consulta la nostra politica sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information